Ricerca per:

Il denaro, al giorno d’oggi, è diventato praticamente “il fulcro di tutto”.

L’Italia, Paese senza più sovranità monetaria, è costretto a prenderlo in prestito dalla BCE, per poi restituirlo con gli interessi.

Questo mezzo di scambio ha quindi perso gran parte del suo naturale “valore”, poiché le tasse, ad esempio, da strumento di equità sociale (impedire, di fatto, l’arricchimento senza limiti e senza compartecipazione alla vita sociale) sono diventate indispensabili per far quadrare i bilanci di uno Stato che, a differenza del passato, come già detto, non può più produrre denaro dal nulla.

Molti anni or sono nasceva il blog di Pietro Bisanti, che con un lavoro tenace e costante è riuscito a diventare un faro nella notte non solo dell’Igienismo  associato sopratutto alle guarigioni psichiatriche, ma anche del concetto tanto semplice quanto dimenticato dell’“aiutare senza chiedere nulla in cambio”.

Anni e anni di coerenza e di amore per il prossimo vengono ora investiti in questo progetto, che serve finalmente ad aiutare, sotto l’aspetto squisitamente economico, chiunque si trovi in difficoltà.

Ho ottenuto, e lo dico senza paura di sembrare immodesto, risultati a dir poco strabilianti nel ristabilimento della salute, soprattutto quella mentale, attraverso il binomio “cibi puliti-pensieri puliti”, ma ho capito che devo fare di più.

Quando, ad esempio, venivo contattato da persone che a causa degli psicofarmaci avevano perso i denti, il lavoro, la casa, ecco che, oltre all’alimentazione e all’amore, bisognava fare qualcosa di concreto.

Il progetto è al tempo stesso meraviglioso e di una semplicità disarmante:

  • iscrizione a una newsletter dedicata (clicca sul pulsante qui sotto per compilare il modulo di iscrizione) dove saranno richiesti nome, cognome, email e una copia del proprio documento di identità (in formato PDF/JPG/GIF – dimensione massima 3 MB) al fine di evitare frodi;

 

  • al raggiungimento delle 1.000 iscrizioni verificate, cominceremo a raccogliere, tra gli iscritti, le “richieste di intervento salvadanaio di pronto soccorso” attraverso l’indirizzo email salvadanaio@pietrobisanti.it;
  • il mio compito principale sarà di agire da garante, vagliando e autorizzando o meno la richiesta di intervento e pubblicando tutto sul blog in una apposita sezione per la massima trasparenza; potranno essere accettate anche richieste di intervento in favore di chi non abbia la possibilità di iscriversi al servizio. La parola d’ordine deve essere una sola: aiutarsi;
  • una volta accettata la richiesta di intervento, farò partire una mail automatica a tutti gli iscritti con la cifra che ognuno dovrà versare in relazione all’ammontare della spesa da perfezionare;
  • ad ogni persona iscritta verrà richiesto il versamento di una somma non superiore ad 1 (un) euro per singola richiesta,perché lo spirito deve essere che TUTTI COLLABORIAMO, NESSUNO DEVE ESAGERARE. N.B: chi deciderà di versare di più autonomamente, avrà comunque conteggiato il versamento prescelto per quella determinata occasione, come detto non superiore al massimo di 1 (un) euro;
  • la mail conterrà le indicazioni del conto corrente/postepay dell’interessato, e i versamenti verranno fatti direttamente dagli iscritti al destinatario della donazione, per garantire la massima trasparenza, con la causale DONAZIONE, che, giova ricordare, NON costituisce reddito da dichiarare. Sarà solo richiesto di inviare il resoconto al sottoscritto per conoscenza in modo da aggiornare il database di volta in volta;
  • il numero di richieste che saranno accettate, nel corso di un mese, non dovrà far sostenere, individualmente, l’esborso di più di 15 euro a testa; in questo caso, ogni iscritto non si troverà a versare più di 15 euro in un mese, ma noi potremo movimentare, con almeno 1.000 iscritti, fino a 15.000 euro al mese in interventi di assistenza!
  • nessun prestito da rendere, nessuna discriminazione… chi ha bisogno viene aiutato, nel tassativo arco di gg. 5 (cinque), pena l’immediata cancellazione dalla lista iscritti di chi ometterà il versamento. Vogliamo solo persone SERIE, a cominciare dal sottoscritto, che si impegna in prima persona ad effettuare il versamento richiesto nei termini previsti;
  • saranno accettate richieste di ogni tipo: dalla bolletta che non si riesce proprio a pagare, alla spesa imprevista dell’auto che si rompe, al contributo per l’affitto a chi ha perso il lavoro anche a causa degli psicofarmaci o delle assurde ultime disposizioni legislative… il limite è dato solo dal buon senso e dalla coerenza e daremo naturalmente precedenza alle urgenze “più urgenti”. Il denaro deve smettere DI ESSERE UNA PREOCCUPAZIONE. Tolto questo problema, ci si potrà concentrare sulla salute e su quello che veramente conta!

Chi froderà non se la vedrà con la Legge: niente denunce, perché tanto il danno patrimoniale personale non sarà superiore a 1 (un) euro.

Chi froderà, se la vedrà con il tribunale più severo al mondo, il proprio Karma, e credetemi, il tempo è galantuomo e non ha la memoria corta.

Avete lontanamente idea di cosa significhi sapere di NON essere soli e di poter contare su qualcuno nel momento del bisogno, senza doversi “prostituire” con banche, finti parenti, finti amici?

Questo mondo lo voglio proprio cambiare, e ho bisogno dell’aiuto di tutti.

Abbattiamo anche l’ostacolo del denaro e l’Amore (quello vero e non  quello farlocco e ipocrita del falso buonismo odierno) scorrerà come un fiume impetuoso.

Avanti così!

Pietro Bisanti

Attualmente iscritti al progetto Salvadanaio

491

progetto salvadanaio

Un aiuto concreto alle persone in difficoltà

Per informazioni vai alla pagina SALVADANAIO